Spesa sfusa: ultima tendenza dello shopping green

La spesa? Sfusa è meglio!

Dagli alimentari al latte, al cibo per Fido, sono sempre di più i prodotti che si trovano sfusi o alla spina in vari supermercati. Chi ha a cuore l’ambiente si è già attrezzata da tempo con borse e contenitori per andare a fare una spesa più ecologica, altre di noi, magari sono tentate ma stanno valutando i vantaggi.

Anche se una realtà italiana quale Negozio leggero è in forte espansione e catene commerciali grandi come Eataly hanno interi comparti alla spina, da noi sembra ancora strano andare al supermercato armati di taniche e flaconi, mentre in altri Paesi europei è considerato del tutto normale.

In Austria ed in Germania, per esempio, la maggiore abitudine allo sfuso non è dovuta solo ad una sensibilità all’ambiente più marcata ma anche al fatto che le politiche dei Governi centrali spingono molto il pedale della riduzione dei rifiuti e, quindi, del riuso.

Ma senza confezione si può risparmiare?

Ma senza confezione si può risparmiare?

La risposta non è così scontata, in quanto spesso la merce venduta sfusa è di una qualità diversa da quella confezionata, solitamente migliore, come quella a filiera corta o a km 0. In generale, per prodotti, il cui imballaggio è riutilizzabile, come il detersivo, si risparmia e così nel food di qualità e nel beverage.

Per ciò che riguarda, ad esempio, il latte sfuso, ci guadagna l’allevamento e ci guadagniamo noi consumatori. E’ fondamentale però bollirlo prima di berlo.

Mettendo in atto tutte queste azioni, sicuramente l’ambiente ci guadagna.

Uno studio di qualche tempo fa, incentrato su un progetto promosso dalla Regione Piemonte per i detersivi alla spina nella grande e media distribuzione, aveva evidenziato come il riutilizzo di più di 53mila flaconi abbia corrisposto alla mancata produzione di rifiuti di imballaggio pari a 3,2 tonnellate di plastica e 1,79 tonnellate di carbone, senza contare la diminuzione di emissioni derivante dal minor ricorso ai trasporti ed il minor consumo di carburante. Progetti di questo tipo, per fortuna, si vanno moltiplicando.

Quali sono i vantaggi per i consumatori?

Non mancano i diversi vantaggi per i consumatori. Il primo è conoscere meglio l’origine di ciò che si compra. Infatti, per garantirsi la fidelizzazione del cliente, il commerciante di merce sfusa di solito propone prodotti di elevata qualità e provenienza certa che si “raccontano” da soli senza ombre.

Il secondo vantaggio è che ci ritroveremo meno rifiuti da gestire a casa. E questo, soprattutto nei Comuni che fanno pagare ai cittadini una tassa spazzatura parametrata alla quantità prodotta, fa sperare in una bolletta più leggera.

Il terzo aspetto positivo è che si acquista la quantità a peso solo in funzione del proprio fabbisogno, riducendo quindi gli sprechi alimentari.

VUOI RICEVERE LE MIGLIORI OFFERTE DELLA SETTIMANA?

Non aver paura. Non inviamo spam! Riceverai solo le offerte migliori

Sarei felice di sapere come la pensi

      Leave a reply

      Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Scopri la nostra politica sui cookie.

      Impostazioni

      Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

      Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

      In order to use this website we use the following technically required cookies
      • wordpress_test_cookie
      • wordpress_logged_in_
      • wordpress_sec

      Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
      • woocommerce_cart_hash
      • woocommerce_items_in_cart

      Rifiuta tutti i Servizi
      Accetta tutti i Servizi
      Register New Account
      Reset Password