Canapuglia, un progetto per restituire identità ad una pianta speciale

Nel 2011 grazie ad un’idea unica nonché valida di giovani pugliesi nacque Canapuglia, un’associazione culturale che contribuisce da anni alla reintroduzione della coltivazione della canapa in Italia.

Canapa, la risorsa rinnovabile primaria della Terra

La canapa è la più forte, la più duratura, la più resistente delle fibre morbide naturali del Pianeta. Le sue foglie e le infiorescenze sono state, a seconda della cultura, la prima, la seconda o la terza medicina più importante e più usata per i due terzi della popolazione mondiale, per almeno 3.000 anni, fino alla svolta del ventesimo secolo.

Anche se si pensa che sia originaria dell’Asia e del Medio Oriente, recenti studi affermano che la canapa era presente in Italia e nel bacino Mediterraneo già 13.500 anni fa.

Questa pianta dai mille usi è stata  demonizzata per tantissimi anni a causa della sua associazione alla droga (cannabis).

Amata da molti e odiata da altri, oggi, è utilizzata come packaging tessile, nell’edilizia e persino come medicinale. È quindi impossibile negare la versatilità di questa pianta così speciale.

Nonostante le tante opinioni contrastanti tra i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo della canapa, le sue piantagioni sono purificative per l’ambiente e rappresentano una vera e propria arma contro l’inquinamento atmosferico sempre più preoccupante nella nostra epoca.

Esistono molte varietà di piante di canapa che si differenziano in base al grado di THC, sostanza chimica responsabile degli effetti momentaneamente alteranti sul sistema nervoso dell’essere umano. Di tutte le varietà, quella che si presta meglio alla lavorazione industriale è la cannabis sativa, pianta di canapa nella quale il THC è quasi assente, a differenza della cannabis indica, varietà in cui invece sono presenti i principi attivi psicoattivi del THC.

CanaPuglia segue da vicino la canapa da seme in campo aperto in Puglia, Molise, Emilia Romagna e Piemonte, in cui si adottano pratiche agricole sostenibili, quali rotazione colturale, concimazioni biologiche ed assenza di disserbo chimico.

CanaPuglia Fattorie, dalla tradizione gastronomica al valore di “protezione”

Dall’unione della tradizione gastronomica pugliese al valore di “protezione” che la canapa ha da sempre riservato all’uomo, nasce CanaPuglia Fattorie, un’azienda che racchiude tre forze: la ricerca, la selezione e la distribuzione.

Il brand CanaPuglia Fattorie presenta una gamma di prodotti alimentari a base di canapa, i quali coniugano salute, genuinità, gusto ed originalità. Alimenti funzionali in grado di promuovere un benessere psico-fisico concreto, con prodotti esclusivamente Made in Italy.

Una linea selezionata secondo criteri di qualità, sin dal primo passo: la selezione delle migliori filiere agricole, tra i circa 3.000 ettari attualmente coltivati in Italia.

L’uso della canapa in cucina

Vuoi fare un’esperienza unica ed innovativa? CanaPuglia Fattorie organizza corsi unici in Italia destinati a tutti coloro che vogliono imparare ad utilizzare il seme di canapa ed i suoi derivati. Un corso base in cui potrai scoprire le numerose declinazioni della canapa alimentare.

Al termine del corso sarà rilasciato anche un attestato di partecipazione.

Anche il nostro team di food blogger ha avuto il piacere di sperimentare in cucina la versatilità di questa pianta speciale realizzando apposite ricette. Scopri quali!

Orecchiette alla canapa con pomodoro e basilico

Orecchiette alla canapa con pomodoro e basilico

La pasta targata Canapuglia è prodotta con grano duro “Cappelli” macinato a pietra, essiccata lentamente (36 ore) per salvaguardare le sostanze nutritive. Inoltre è povera di carboidrati, ricca di proteine, sali minerali, vitamina B ed acido folico, risulta avere così un alto valore nutrizionale.

Ingredienti:

Orecchiette Canapuglia 250 g
Pomodori pelati 800 g
Olio extravergine d’oliva 30 g
Aglio 1 spicchio
Basilico q.b.
Sale fino q.b.

Procedimento:

In una padella versa l’olio extravergine d’oliva insieme allo spicchio d’aglio sbucciato e diviso a metà , così potrai eliminare l’anima per rendere il profumo più delicato. Dopo 2 minuti di cottura a fiamma viva, unisci i pomodori pelati ed aggiusta di sale.

Copri con un coperchio e fai cuocere per almeno un’ora a fuoco molto basso: il sugo dovrà sobbollire dolcemente. Mescola di tanto in tanto. Trascorso il tempo indicato, elimina l’aglio e passa i pomodori al passaverdure, così da ottenere una purea liscia ed omogenea.

Trasferisci nuovamente in padella il sugo, accendi il fuoco molto basso ed aggiungi le foglie di basilico. Dopo qualche minuto potrai spegnere la salsa e tenerla in caldo. A questo punto non ti resta che cuocere le orecchiette Canapuglia in abbondante acqua bollente e salata.

Scola le orecchiette al dente direttamente nel sugo e mescola qualche istante a fiamma viva per amalgamare il tutto.

Le orecchiette Canapuglia sono pronte: non vi resta che impiattare e guarnire con basilico fresco a piacimento!

Siete amanti della canapa? Non perdete i preziosi prodotti!

VUOI RICEVERE LE MIGLIORI OFFERTE DELLA SETTIMANA?

Non aver paura. Non inviamo spam! Riceverai solo le offerte migliori

Sarei felice di sapere come la pensi

Leave a reply

Register New Account
Reset Password