Fattoria Mamma Chica, una fattoria eco-sostenibile presso il borgo di Cozzano

Fattoria Mamma Chica è un’azienda agricola ed agriturismo ubicata presso il Borgo di Cozzano,  un borgo, appartenente a La Spezia, immerso nel verde della campagna ligure a pochi passi dal mare e dalle Cinque Terre. L’Azienda di estende su una superficie di 6 ettari ed è l’ideale per chi vuole immergersi nella natura della campagna ligure, […]

Fattoria Mamma Chica è un’azienda agricola ed agriturismo ubicata presso il Borgo di Cozzano,  un borgo, appartenente a La Spezia, immerso nel verde della campagna ligure a pochi passi dal mare e dalle Cinque Terre.

L’Azienda di estende su una superficie di 6 ettari ed è l’ideale per chi vuole immergersi nella natura della campagna ligure, lontano dal caos e dallo smog della città. E’ adatta anche per coloro i quali vogliono avere un contatto diretto con le tradizioni e la cultura visto che l’Agriturismo sorge all’ interno del borgo storico di Cozzano.

La quiete, il silenzio, i profumi del borgo sono elementi distintivi dell’Azienda e permettono di trascorrere una vacanza all’ insegna del relax.

La Fattoria Mamma Chica è natura incontaminata, serenità, tranquillità.

Un vero e proprio connubio tra i prodotti genuini della terra ed i profondi valori di ospitalità

 

La famiglia Moscatelli gestisce sia l’Agriturismo che la Fattoria Didattica Mamma Chica.

All’interno dell’Agriturismo vi è situato  lo studio di architettura del proprietario, Francesco Moscatelli, il quale opera nella provincia di La Spezia e nelle zone limitrofe.

Lo studio predilige un’architettura sostenibile caratterizzata da un consumo ridotto di energia e di emissioni nell’atmosfera, da un uso limitato di risorse non rinnovabili,  dalla scelta di materiali riciclati o che comportino un basso inquinamento ed un basso utilizzo di energia.

L’obiettivo dello studio è quello di creare architetture che, durante il ciclo di vita, contribuiscano a rendere migliore il Pianeta e non a danneggiarlo.

Seguendo i criteri ed i vantaggi dell’architettura sostenibile e della bioedilizia, la famiglia Moscatelli ha dato vita alla Fattoria Mamma Chica, un agriturismo costituito da appartamenti aventi accessi indipendenti, per un totale di 9 posti letto.

Gli appartamenti sono arredati finemente e dotati di tutti i confort. Al fine di rendere ancora più piacevole e rilassante il soggiorno, l’Agriturismo mette a disposizione degli ospiti una piscina dotata di un solarium accogliente, in cui sarà facile rigenerare corpo e mente; uno spazio esterno recintato e protetto con giochi per bambini e l’accesso ad una mini fattoria.

Tra i servizi a pagamento invece vi è la possibilità di acquistare prodotti freschi e genuini, confetture, tra cui quella di cachi e vaniglia che noi abbiamo avuto l’onore di degustarla, conserve, olio extravergine di oliva, vino. Inoltre vi è la possibilità di organizzare cene all’interno dell’Agriturismo.

L’unicità e la tipicità della Fattoria Mamma Chica si ritrova nelle coltivazioni esclusivamente biologiche: dal grano agli ortaggi; dalla produzione di olio extravergine di oliva ai formaggi. Tutti prodotti che vengono, in un secondo momento, presentati ed offerti nelle tavole imbandite dell’Agriturismo.

Fattoria Didattica: scoperta emozionante delle abitudini e dei ritmi naturali degli animali

I bambini, attraverso il contatto diretto con gli animali, scoprono un mondo diverso da quello della città. Un mondo in cui le regole della vita sono scandite dal ciclo della natura, dove il contatto tra gli esseri viventi necessita di un linguaggio diverso legato all’ istinto ed alla gestualità.

La Fattoria Didattica stimola il rispetto dei bambini nei confronti della natura che li circonda, la consapevolezza del tempo e del lavoro necessari per ottenere quei prodotti che quotidianamente mangiano a tavola.

Attraverso la visita nella fattoria sarà possibile fare esperienza della produttività della natura, la quale provvede al sostentamento necessario alla vita stessa, donando ai bambini una percezione diversa del quotidiano. Una percezione positiva e serena.

Confettura di cachi e vaniglia: un prodotto unico e biologico della Fattoria Mamma Chica

Questa confettura segue la ricetta delle tradizioni di famiglia, visto che la Fattoria Mamma Chica è una struttura a conduzione familiare. Si tratta di una confettura particolare, non adatta ai bambini, a causa della presenza del Grand Manier, il quale viene aggiunto a fine cottura.

E’ l’ideale per coloro che vogliono iniziare la giornata a suon di “Pane e marmellata”, ma anche per coloro che amano abbinamenti gourmet tra formaggi e confetture.

Noi l’abbiamo resa protagonista di due ricette.

Biscotti con cuore di marmellata di cachi e vaniglia

IMG-2948-e1550329116619 Fattoria Mamma Chica, una fattoria eco-sostenibile presso il borgo di Cozzano

Ingredienti per 20 biscotti:

  • 100 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 220 gr di farina 00
  • Un uovo
  • Un cucchiaio di lievito per dolci
  • Una bustina di vanillina
  • 100 gr di marmellata di cachi e vaniglia
  • Zucchero a velo

Procedimento:

  1. Amalgamare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere l’uovo e mescolare.
  2. Aggiungere poi la farina, la vanillina de il lievito e amalgamare velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere un panetto morbido.
  3. Avvolgere il panetto nella pellicola e riporlo in frigo a riposare per 30 minuti.
  4. Riprendere l’impasto e stenderlo su una superficie infarinata. Tagliare dei dischi di sfoglia di 6 cm circa. Al centro di ogni disco mettere un cucchiaino di marmellata di cachi e vaniglia. Ricoprire con un disco di pasta leggermente più grande e premere intorno ai bordi per sigillare la frolla.
  5. Infornare i biscotti ripieni di marmellata in forno ventilato già caldo e cuocere a 180°C per circa 12-15 minuti o finché non risulteranno leggermente dorati.
  6. Sfornare i biscotti, lasciarli intiepidire, spolverizzarli con lo zucchero a velo e servire.

 Crostata con confettura di cachi e vaniglia

IMG-3049-e1550329267209 Fattoria Mamma Chica, una fattoria eco-sostenibile presso il borgo di Cozzano

Ingredienti:

  • 300 gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di burro freddo
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • marmellata di cachi e vaniglia

Procedimento: 

1.Mescolare in una ciotola capiente la farina assieme al lievito, allo zucchero e al sale.  Aggiungere il burro morbido a pezzetti piccoli oppure grattugiato e lavorare il tutto con la punta delle dita, fino ad ottenere un composto sabbioso.

2.Fare una conca al centro del composto e procedere aggiungendo l’uovo ed il tuorlo. Impastare il tutto fino ad ottenere un panetto morbido. Avvolgerlo nella pellicola trasparente alimentare e farlo riposare in frigo per mezz’ora.  Trascorso il tempo necessario, riprendere il panetto e metterne da parte un terzo.

3.Stendere i due terzi rimanenti su carta da forno fino ad ottenere un disco non troppo sottile (3/4 mm di spessore) e di circa 30 cm di diametro. Sollevare il disco con tutta la carta e deporlo in una teglia rotonda di 24 cm di diametro.

4.Tagliare la pasta eccedente il bordo della teglia ed aggiungerla a quella messa da parte in precedenza. Bucherellare la base della crostata con una forchetta e spalmare la marmellata di cachi e vaniglia sul disco di pasta in maniera omogenea.

5.Stendere la pasta frolla rimasta e ricavarne, con il taglia pasta liscio o dentellato, delle strisce di circa 2 cm di larghezza. Utilizzare queste strisce di pasta frolla per rifinire il bordo esterno della crostata e per formare la classica gratella centrale.

6.Cuocere la crostata alla marmellata in forno ventilato per 30 minuti a 180 °C. Una volta che si sarà ben dorata in superficie, sfornarla e, prima di toglierla dalla teglia, farla intiepidire.

Curiosi di assaggiare la confettura di cachi e vaniglia? Cliccate sul seguente link.

 

 

Lascia un commento